Allertamento dei Volontari

In provincia di Trento, tutti i corpi dei Vigili del Fuoco Volontari vengono allertati, per le chiamate di soccorso, dalla Centrale 115 di Trento, tramite un sistema di cercapersone. La Centrale  coordina tutti gli allertamenti dei 239 corpi comunali sparsi sul territorio provinciale.

Nei comuni di Arco, Riva del Garda e Rovereto, l’allertamento viene effettuato anche tramite linea telefonica, in quanto sono presenti, in base ad una legge provinciale, dei dipendenti comunali addetti al servizio antincendi che garantiscono la presenza di personale in caserma 24 ore su 24.

Il numero da chiamare, in caso di necessità, è il 115, a cui numero risponde la Centrale 115 del Corpo Permanente di Trento. La telefonata viene gestita dagli operatori  della Centrale che poi, per quanto riguarda interventi ed i servizi tecnici sul territorio di Arco, passano le informazioni essenziali all’allertamento alla persona presente in caserma ad Arco.

Solitamente, le informazioni consistono in:

  • Cosa è successo
  • Dove è successo
  • Dati del richiedente
  • Eventuali feriti o persone in difficoltà
  • Gravità della situazione

 

Ad Arco, il Vigile che riceve l’allertamento  dalla Centrale del 115, in base al numero di personale necessario all’intervento chiama più o meno Vigili della Squadra Reperibile.

L’allertamento  viene ora effettuato via radio ai vari cercapersone distribuiti ai 9 componenti della squadra di Arco. In caso di allertamento di tutte le 9 persone, l’operatore invierà una chiamata selettiva generale, altrimenti può inviare una chiamata selettiva singola, per cui allerterà solamente una o due persone.

L’allertamento ai cercapersone avviene con una segnalazione acustico e visiva dell’apparato elettronico, e viene inviato un breve messaggio in cui viene segnalato il tipo di intervento, in modo da far subito conoscere al vigile la gravità, dunque il grado di urgenza, ed il luogo dell’intervento, in modo da permettere di scegliere la strada opportuna per il rientro in caserma.

In caso di interventi eccezionali, viene allertata anche il corpo di Vigili del Fuoco di Riva del Garda direttamente via radio o via telefonica e, se necessario, si avvisa la centrale Trento o la sede distrettuale di Riva del Garda di attivare via cercapersone anche la squadra di Dro.

Il vigile, a selettiva ricevuta, è obbligato a rientrare in caserma nel più breve tempo possibile, ovviamente rispettando le norme di prudenza imposte dal codice della strada.

Arrivato in caserma, il vigile deve cambiarsi ed indossare gli idonei D.P.I. previsti dai regolamenti vigenti per il tipo di intervento segnalato, per poi partire sul luogo dell’intervento con gli automezzi di soccorso.