L’impegno richiesto

Il corpo di Arco ha un’organico di circa 50 uomini, di cui 2 dipendenti comunali che si occupano della manutenzione dei mezzi e della caserma, presidiata 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Di giorno, in caserma sono presenti i due dipendenti comunali, mentre di notte, di Sabato e durante i Festivi, sono presenti i Volontari, che, a turno, permettono il piantonamento tutto l’anno.

 

Ad ogni volontario è richiesto, in media,

  • Un servizio notturno al mese, che va dalle ore 20, alle ore 8;
  • Un servizio di sabato all’anno, che va dalle ore 8, alle ore 20;
  • Quattro servizi festivi all’anno, che va dalle ore 8, alle ore 20, e comprende giorni festivi, come domeniche e feste nazionali;
  • Una settimana ogni 5 di reperibilità con il cerca-persone, in cui i Vigili del Fuoco possono essere chiamati in ogni momento, in caso di necessità.

 

Tutti i turni e le reperibilità vengono assegnati in funzione della disponibilità del Vigile e del suo lavoro, per cui c’è la massima flessibilità concessa, con cambi di turno. Fondamentale è la comunicazione interna, in modo da far sapere al centralinista, chi è disponibile, e chi no.

Oltre ai turni richiesti dal corpo, il Corpo di Arco organizza mensilmente manovre, di Squadra o di Corpo, in modo da assicurare una formazione permanente ai Vigili.

Oltre a questi impegni, per chi avesse passione e disponibilità di tempo, l’unione dei Corpi di Riva del Garda organizza manovre a livello Distrettuali, con più corpi e vigili impegnati in simulazioni di grandi interventi. Infine, la Scuola Provinciale Antincendi organizza vari corsi, tenuti da Istruttori qualificati e preparati.